www.storia-riferimenti.org

medioevo

 

SALERNO ED IL CONTESTO IN EPOCA MEDIEVALE

fra longobardi e normanni

Recentemente alcuni studiosi hanno ipotizzato che diversi dei longobardi che poi diedero vita al Ducato di Benevento fossero  presenti nel meridione d'Italia già prima della discesa nella penisola di Alboino (568). Probabilmente inizialmente avevano collaborato con i bizantini contro gli ostrogoti ma ad un certo punto - dopo le imprese di Alboino nel nord- si ribellarono, richiamarono altri longobardi ed invasero la Campania ed altre zone del sud trovando forte resistenza a Napoli (che poi divenne ducato autonomo) e poche altre città marittime.

Poco prima di questi fatti Salerno per un pò era stata controllata dai goti ma dal 552 era tornata bizantina. Nell'anno 646 però la città fu integrata nel ducato longobardo di Benevento, come progressivamente era avvenuto per tanti altri luoghi dei dintorni magari molto popolati come ad esempio Nuceria. E si reputa che molti abitanti si rifugiarono nelle zone ancora presidiate dai bizantini od in certi punti -meno accessibili- della costa. Ad esempio in quella che ora chiamiamo costiera amalfitana.


battistero paleocristiano (c.d. rotonda) a Nocera Superiore
Non si sa con precisione (601 ?) quando l'antica Nuceria fu occupata dai
  longobardi ma si suppone che parte degli abitanti si trasferì sulla costa

Le cose infatti andarono diversamente ad Amalfi dove i bizantini avevano approntato un castrum che resistette per molto tempo. Anche qui arrivarono i longobardi ma, agevolati anche da alcune discordie a Benevento, gli abitanti si rivoltarono poco dopo e si resero autonomi. Ed in questi frangenti si rivelarono presto utili i baluardi strategici di Ravello e Scala e, grazie anche a frequenti collaborazioni con Napoli, Sorrento e Gaeta,  si crearono presto i presupposti di ciò che fu la celebre Repubblica di Amalfi.


rovine della chiesa di Sant'Eustachio a Scala (Sa) (foto licenza dreamstime)
 la storia di Scala fu molto legata a quella di Amalfi

A Salerno nel contempo erano avvenuti fatti importanti. Nel 774 il duca longobardo Arechi aveva costruito un suo palazzo nella città che nel successivo 839 divenne capoluogo di un principato, indipendente da Benevento e presto con nuovi spazi al sud.

articolo in via di stesura (anticipiamo di seguito alcune foto)

 ........

una parte dell'argomento sarà pubblicato sul nuovo sito www.medioevo-mare.eu

 


castello di Arechi-foto alpav 2009
altra foto

 

 

 


quadriportico del duomo, foto alpav 2009 (l'edificio è poco successivo
all'arrivo di Roberto il Guiscardo). All'interno c'è la tomba di papa Gregorio VII

 



duomo: porta in bronzo fusa a Costantinopoli XI secolo, particolare (foto alpav)

 


ambone detto D'Ajello, XII secolo

 


Palazzo Fruscione con archi e volte di precedente edificio longobardo/normanno


campanile S.Pietro a Corte; altra visuale


scavi S.Pietro a Corte, foto a.p.

 


scavi S.Pietro a Corte, foto  a.p.



panorama parziale del giardino Minerva, già della Scuola Medica Salernitana

 


antica tegola

 


acquedotto IX secolo, foto M2m, da wikipedia

 


affresco S.Maria de Lama, cartella stampa mostra avori medievali Salerno

 


uno degli splendidi avori di Salerno-Caino ed Abele (ora al museo del Louvre)
altri pezzi sono al museo diocesano di Salerno-foto da wikipedia


 


 

 

index