www.storia-riferimenti.org

cronologie

 

 Bonifacio VIII e vicende della Chiesa fino a Clemente V

papa Bonifacio VIII fu sicuramente un personaggio capace ma le situazioni del suo tempo ed alcuni accadimenti concorrono a che la sua immagine storica per diversi motivi resti talora controversa. All'epoca ci furono-fra l'altro-parecchie riserve circa le modalità con le quali successe a Celestino V (il papa del gran rifiuto, morto nel castello di Fumone in Ciociaria) e su altre questioni. Facilmente le accuse nei suoi confronti avevano sovente motivazioni politiche (specialmente in Francia) e l'episodio dello schiaffo di Anagni è comunque sintomatico delle tensioni di quel periodo storico. E tale quadro diventa più complesso se si considerano i fatti appena successivi e principalmente: la morte- rimasta misteriosa- del suo successore Benedetto XI (1304 a Perugia) e l'imbarazzo del primo papa avignonese (Clemente V) che -alla fine- tentò di non scontentare troppo il re di Francia e di salvare anche alcune ragioni del papato. Non va tralasciato che all'epoca i francesi accusavano anche i Templari e quindi le due questioni furono affrontate da Clemente V in un'ottica forse complessiva.

 

cronologia relativa al personaggio  ed agli eventi


Anagni, Bonifacio VIII,  foto archivio APT Frosinone

  • 1230-1235 nasce ad Anagni, Benedetto Caetani;

  • 1250 circa Benedetto Caetani studia a Todi (dove ha uno zio vescovo), a Perugia e Bologna;

  • 1260 Benedetto è canonico nella Cattedrale di Todi;

  • 1264 è segretario a Parigi del cardinale Simone De Briè;

  • 1268 Benedetto è a Londra con il cardinale Fieschi (futuro Adriano IV); si trova nella torre di Londra durante un assedio;

  • 1276 durante il brevissimo papato di Adriano V è mandato a Parigi per raccogliere fondi per le crociate;

  • 1280 sotto Nicolò III conduce insieme al cardinale M.R.Orsini trattative fra Roberto d'Asburgo e Carlo I d'Angiò;


    Bonifacio VIII, affresco Giotto in Laterano
    Bonifacio VIII in affresco di Giotto in Laterano
    in occasione del primo Giubileo anno 1300, foto alpav 2012
    circa tale frammento di affresco, all'Ambrosiana di Milano
    esiste un acquarello del XVII che ricostruirebbe l'intero affresco

    dettaglio della lapide lateranense

  • 1282 il papa Martino IV lo nomina cardinale (quale diacono della chiesa di San Nicola in Carcere);

  • 1290 dopo essersi preoccupato di controversie relative alla Chiesa portoghese, è componente una legazione in Francia;

  • 1292 Benedetto è sacerdote (assegnato a S.Martino ai Monti all'Esquilino) ; il 4 aprile muore il papa Nicolo IV e si apre un lungo conclave;

  • 1294 luglio, è finalmente papa l'eremita Pietro da Morrone (Celestino V);

  • 1294 agosto Benedetto Caetani arriva a L'Aquila (Chiesa di S.Maria Collemaggio) per la consacrazione del nuovo papa;

  • 1294 dicembre Celestino V rinuncia al pontificato mentre si trova a Napoli; dieci giorni dopo si riunisce il Conclave di 21 cardinali;

  • 1294 dicembre, a Napoli Benedetto Caetani è eletto papa con il nome di Bonifacio VIII; riporta la sede papale a Roma (dove è incoronato il 23 gennaio successivo): tuttavia Bonifacio continua a frequentare Anagni ed anche le vicine terme (ora Fiuggi);

  • 1295 Celestino cerca forse di raggiungere l'Oriente e si reca a Vieste; da qui viene condotto ad Anagni e si incontra con Bonifacio VIII. Poco dopo è nel vicino castello di Fumone dove morirà il 19 maggio 1296; nello stesso periodo ci sono contrasti politici per via della Sicilia che nonostante gli accordi di Caltabellotta (nel 1296) non tornerà agli angioini;

  • 1296 Bonifacio VIII pubblica la bolla "Clericos Laicos" con la quale vieta ai laici di imporre tasse agli ecclesiastici;

  • 1297 sorgono contrasti fra il papa ed i cardinali Giacomo e Pietro Colonna; un esponente della famiglia Colonna, secondo diverse cronache, avrebbe anche depredato una carovana che portava beni del papa (inclusi circa 200.000 fiorini d'oro) da Anagni a Roma; il fatto sarebbe avvenuto sulla via Appia nei pressi di Albano Laziale. La famiglia Colonna difende i presunti colpevoli della rapina;

  • 1297 maggio, il pontefice scomunica i due citati cardinali Colonna che si rifugiano a Palestrina;

  • 1297 dopo l'attacco a Palestrina e Zagarolo, i due ex cardinali (trasferiti a Rieti) chiedono il perdono del papa; alla fine si rifugiano presso la corte di Filippo il Bello;

  • 1300 febbraio 22, è stesa la bolla " Antiquorum habet fidem " con la quale viene indetto il primo Anno Santo;

  • 1301 sono pubblicate le bolle "Salvator Mundi" e "Auscula Fili" che creano imbarazzo in Francia; re Filippo convoca nel 1302 gli Stati Generali e poi confisca i beni di quei cardinali che si sono recati a Roma anche per la bolla "Unam Sanctam" (la bolla è stata esposta ai Musei Capitolini in occasione mostra Lux in Arcana ); nel 1303 si svolge una nuova assemblea al Louvre e Bonifacio VIII viene accusato con varie imputazioni;

  • 1303 agosto, in un Concistoro ad Anagni, Bonifacio contesta le accuse che gli pervengono dalla corte francese e dai due Colonna. Prepara una bolla (Super Petri solio) da pubblicare il successivo 8 settembre;


il borgo di Anagni ripreso dalla vicina Sgurgola (Fr); proprio in quest'ultima località si radunarono i seguaci di
Sciarra Colonna poco prima del celebre episodio dello "schiaffo" ; foto ap10


palazzo di Bonifacio VIII ad Anagni (l'episodio dello schiaffo
sarebbe avvenuto nella sala dello scacchiere)


monumento funebre per papa Benedetto XI successore per
un anno di Bonifacio VIII. Chiesa di San Domenico, Perugia




 vedi anche cattività avignonese (il contando Venassino già apparteneva
alla Chiesa da alcuni decenni e lo stesso Bonifacio VIII aveva fatto coniare-
nel 1300 - una moneta frazionale alla zecca di Pont de Sorgues)

  • 1303, 7 settembre: Guglielmo di Nogaret (consigliere del re di Francia), Sciarra Colonna e numerosi soldati ghibellini irrompono ad Anagni con l'appoggio di alcuni personaggi locali;

  • 1297, 7 settembre: prima i Colonna e poi i francesi entrano ad Anagni in modo cruento e si presentano al papa. La vicenda dello "schiaffo" non è sicurissima ma il papa viene comunque trattenuto ed offeso. Il 9 settembre reagisce il popolo di Anagni;

  • 1303 tornato a Roma dopo questi fatti, Bonifacio VIII muore l'undici di ottobre;

  • 1303, il 22 ottobre viene eletto nuovo papa Nicolò Boccasini (che era stato presente ai fatti di Anagni ed era originario di Treviso) ; prende il nome di Benedetto XI;

  • 1304 aprile- maggio, Benedetto XI cerca di calmare gli animi senza tuttavia assolvere nessuno. Scomunica Guglielmo di Nogaret e Sciarra Colonna e rifiuta la reintegrazione dei Cardinali Giacomo e Pietro Colonna. Pubblica a Perugia il 7 giugno 1304 una bolla di riprovazione;

  • 1304 il nuovo papa muore a Perugia un mese dopo la bolla; si sparse la voce che fosse morto per via di fichi cosparsi di polvere di diamante. Dalle cronache risulta che sotto Giovanni XXII nel 1318 fu condannato un tale Deliziosi per alcuni fatti collegati, ma le circostanze della morte di Benedetto XI non furono chiarite. Fu sepolto nella chiesa perugina di San Domenico e canonizzato;

  • 1304 si apre subito un nuovo Conclave a Perugia, ma le cose vanno per le lunghe ed il 5 luglio 1305 viene eletto papa il francese Bertand de Got (Clemente V) che inizia la c.d. cattività avignonese ; nel 1310 Clemente V autorizzò un processo contro Bonifacio VIII che poi fu sospeso (Celestino V fu invece canonizzato ad Avignone il 5 maggio 1313)



la bolla Unam Sanctam Ecclesiam (ingrandibile, da wikimedia)
promulgata da Bonifacio VIII nel novembre 1302
per sostenere i diritti del papato nei confronti dei sovrani

 

Bonifacio VIII, tomba
tomba del pontefice nelle Grotte Vaticane, foto ap 2011
si tratta di un residuo del grande monumento che fu realizzato da Arnolfo di Cambio


index

°